Sondaggio Residence Arcobaleno:  quale uso per i locali sfitti?

Il CLT si è occupato continuativamente e per lunghi anni, del risanamento da atti vandalici dei locali sfitti del Complesso Edilizio Arcobaleno e della Piazza Remo Cantoni, veicolando alla Proprietà e agli Uffici competenti del Comune di Milano, le istanze provenienti dai residenti del Quartiere. Recentemente è stata messa in opera una cancellata, con ingressi diurni a tempo, per il perimetro del Residence stesso e per la Piazza Cantoni. Questo dovrà servire a preservare per il futuro i manufatti edili dal ripetersi di atti di vandalismo.

A nome dei residenti, il CLT desidera vedere l’opera completata con il ripristino dei manufatti danneggiati, come previsto dal piano presentato in CDZ5 dal Consigliere Gilera. Adesso si presenta un’occasione che dobbiamo cercare di sfruttare.

Il Comune di Milano, tramite l’interessamento del Consigliere dr. Anna De Censi, sta predisponendo un incontro a tre (Assessore Balducci per il Comune-Rappresentanti della Proprietà Unipol Sai- CLT), per discutere come meglio utilizzare  i locali sfitti di Via F.lli Fraschini, 3 e di P.za R. Cantoni.

Eserciteremo bene il nostro ruolo, portando in questa sede, ai due interlocutori (Proprietà e Comune) ogni Manifestazione di Interesse originata dai residenti, in vista di una migliorata “vivibilità” nel Quartiere stesso.

Voi Residenti siete a questo punto invitati a far pervenire al Comitato Le Terrazze , le vostre indicazioni.

 

Quali Servizi Civici per il cittadino, mancano?

 

Quali attività Imprenditoriali, Commerciali e Artigianali potrebbero essere incoraggiate ad usufruire degli spazi sopra indicati ?

I Vostri contributi   conferiranno  più concretezza a dette indicazioni, e potrebbero suggerire anche eventuali contatti e/o collegamenti con iniziative simili esercitate da  altri Quartieri Periferici.

Attendiamo semplicemente un commento nel blog, utile a evidenziare le richieste e le aspettative dei residenti.

 

Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    Agostino (giovedì, 03 marzo 2016 10:19)

    Secondo me nel quartiere servirebbe un ufficio postale.

  • #2

    Agostino (giovedì, 03 marzo 2016 10:57)

    Avanzo alcune proposte di attività Imprenditoriali, Commerciali e Artigianali che potrebbero essere incoraggiate ad usufruire dei locali sfitti di Via F.lli Fraschini, 3 e di P.za R. Cantoni.

    -Centro analisi di laboratorio.

    -Centro Impiego e Formazione professionale orientato al collocamento nel mondo del lavoro, all’ incontro tra domanda e offerta del lavoro, di orientamento al lavoro, di iniziative volte ad aiutare i giovani che si affacciano per la prima volta nel mondo del lavoro ma anche ri-qualificare chi ha perso un lavoro da adulto e fatica a reinserirsi (servizi di Outplacement). Fucina d'imprese.

    -Scuola di musica per tutti i livelli. Corsi base ma anche Master avanzati di perfezionamento. Preparazione al conseguimento di diploma e certificazioni.

    -Scuola di lingue per tutti i livelli. Corsi base ma anche Master avanzati di perfezionamento.Preparazione al conseguimento di diploma e certificazioni.

    -Studio legale (con tariffe agevolate per i residenti)

    -Palestra

    -Macelleria

    -Pasticceria

  • #3

    Domitilla (giovedì, 14 aprile 2016 23:19)

    Palestra;
    Asilo nido (anche privato);
    Ludoteca;
    Libreria;
    Caffè/pub libero dalle slot machine che divento un punto di ritrovo
    Suggerisco anche una cura (anche organizzata da gruppi autonomi di residenti) degli spazi verdi comuni: come starebbero bene dei fiori nelle aiuole di sole erba in piazza cantore

  • #4

    Andrea (lunedì, 20 giugno 2016 16:30)

    la struttura potrebbe continuare a svolgere il ruolo di residence, con particolare attenzione ai pazienti fuori regione che si rivolgono a due grandi e importanti strutture come IEO e Humanitas entrambi molto vicini. I due ospedali potrebbero proporre la struttura come punto di appoggio ai pazienti.